"Le Madonie bruciano ed io non rimarrò a guardare"

Da giorni le Madonie bruciano.
Gli indizi raccolti dalle forze dell’ordine condurrebbero alla pista dolosa. E mentre proseguono le indagini, ai cittadini di quelle zone non resta che contare i danni.
“E’ arrivato il momento che la Regione e gli organi competenti dichiarino lo stato di calamità per tutte le zone colpite dagli incendi dei giorni scorsi – afferma Davide Faraone, deputato regionale del Pd – gran parte del territorio delle Madonie ne è uscito fortemente compromesso. Da Polizzi a Scillato, da Collesano a Cefalù a San Mauro gli incendi hanno causato danni enormi. Anche il Vivaio Forestale di Piano Noce di Polizzi Generosa, sito in piena area di Parco, è stato lambito dalle fiamme che hanno distrutto parte delle aree di pertinenza e dei boschi che lo circondano”.
Davide Faraone, che si è già attivato presso la Protezione Civile per attivare le procedure del caso, in questa legislatura ha presentato un apposito disegno di legge  a favore della conservazione della biodiversità e il potenziamento delle attività del centro vivaistico regionale per la produzione di materiale floro-vegetazionale e colturale certificate.
Con il suo appello spera di sollecitare le istituzioni regionali ad adottare misure urgenti per deliberare lo stato di calamità e approntare ogni più idonea iniziativa per fronteggiare con più efficacia i fenomeni dolosi che
puntualmente colpiscono il patrimonio forestale e ambientale della Sicilia.
“Non dimentichiamo che tutto questo non mette a rischio solo la biodiversità di quei luoghi meravigliosi, fiore all’occhiello della flora Siciliana, ma anche moltissime aziende agricole e zootecniche, che non possono essere assolutamente abbandonate”.




 


geoblog, la citta' di domani

WikiPalermo - 100 idee per Palermo

Ecco le mie 100 idee per Palermo. Una piattaforma programmatica aperta e modificabile dai cittadini.