Crocetta azzeri la giunta attuale e crei un nuovo governo.

“Io non credo i problemi siano legati soltanto a Battiato e Zichichi. La giunta siciliana mi sembra una squadra che invece di giocare in undici, schiera un unico giocatore, Crocetta. Così non va, troppa gente rimane in tribuna a guardare mentre potrebbe dare un valido contributo”.

Con queste parole Davide Faraone, deputato alla Camera nelle fila del Partito democratico, commenta la decisione di Rosario Crocetta di sollevare e sostituire gli assessori, rispettivamente, al Turismo e ai Beni culturali.

“La Sicilia – ammette Faraone - dopo il taglio dei deputati, e lo scioglimento delle province, è diventata senz'altro la regione capofila sui tagli ai costi della politica. Inoltre, credo che il presidente della Regione stia portando avanti un'ottima campagna di moralizzazione. Tutto questo è importante ma non sufficiente – avverte il deputato – adesso è necessario un salto di qualità, bisogna occuparsi delle emergenze sociali ed economiche dell'Isola. Un terzo dei giovani siciliani tra i 15 e i 29 anni non studia e non lavora – sottolinea il deputato del Pd -  un quarto non finisce la scuola dell'obbligo. Il reddito pro capite dei siciliani è inferiore del ventotto per cento rispetto a quello dei cittadini del resto d'Italia. Tra il 2008 e il 2012 ben ottantaquattro mila impiegati nell'industria hanno perso il loro posto di lavoro. Il tasso di disoccupazione ha toccato il picco del trenta per cento. Abbiamo assistito, inoltre, ad un calo degli investimenti del venti per cento. Per non parlare dei dati sulla cassa integrazione, che sono quasi quadruplicati: da otto a trentasei milioni. Tutti questi sono numeri da dopoguerra – conclude Davide Faraone - non credo che basti qualche ritocco alla giunta attuale, o qualche vertice di maggioranza in più, anzi. Penso sia indispensabile premere il tasto "reset" e ricominciare, con lo sguardo rivolto alla società più che ai partiti al Parlamento”.

 

 




 


geoblog, la citta' di domani

WikiPalermo - 100 idee per Palermo

Ecco le mie 100 idee per Palermo. Una piattaforma programmatica aperta e modificabile dai cittadini.