Il Pd siciliano "delombardizzi" Crocetta e imponga l'agenda

 

“Possibile che chiunque governi la Regione, si preoccupi di fare un partito, invece che occuparsi della Sicilia? Quasi fosse scritto nello statuto – dichiara Davide Faraone deputato nazionale del Partito democratico - si, anche in questa legislatura esiste un partito del presidente della Regione, il Megafono. Solo il Partito democratico siciliano sembra non essersene accorto. Il Megafono gira per le città – sottolinea Faraone -  e tratta a Catania con Bianco, a Messina propone il candidato sindaco e vuol far saltare le primarie. Hanno deputati, un senatore, assessori (ora altri due), coordinatori nei comuni. Un vero e proprio partito. Nulla di male. Poi però smettono i panni del Megafono e diventano PD. Partecipano e intervengono anche alle direzioni del primo partito d'Italia. Ci dicono cosa è meglio, ci danno suggerimenti, naturalmente – attacca il deputato - per far crescere il Megafono. Ciò che colpisce è il silenzio del Pd che continua a farsi umiliare e che accetta tutto questo in assoluto silenzio. Credo sia giunto il momento per il Partito democratico – conclude Davide Faraone - di "delombardizzare" Crocetta e di ricordargli che è stato eletto per governare la Sicilia, per trovare soluzioni ad una crisi economica e sociale che attanaglia l'isola, non per farsi un partito”.

 




 


geoblog, la citta' di domani

WikiPalermo - 100 idee per Palermo

Ecco le mie 100 idee per Palermo. Una piattaforma programmatica aperta e modificabile dai cittadini.