100 idee per una città possibile. Ecco WikiPalermo

 


 
  1. Il piacere di rivedere Palermo pulita
 
  • Subito una grande campagna perché torni il piacere di rivedere Palermo pulita: forte momento informativo iniziale e poi durissime sanzioni a chi sbaglia. 
 
  • Niente alibi per chi sporca.
 
  •  Raddoppieremo nei primi 100 giorni i cestini per i rifiuti e riapriremo i bagni pubblici.
 
  1. La politica giudiziosa 
 
  • Dimezzeremo il numero dei componenti della Giunta Comunale. La squadra sarà composta da sole 8 persone 4 donne e 4 uomini. 
 
  • Nessuna auto blu. 
 
  • Il Sindaco stabilirà il lunedì mattina come giorno di ricevimento dei  cittadini.
 
  1. La politica trasparente
 
  • Sul sito del Comune saranno pubblicati i dati riguardanti le presenze, lo svolgimento dei lavori delle giunte, dei consigli comunali, delle commissioni e i loro risultati, gli stipendi, gli emolumenti di tutti gli amministratori.
 
4.      Basta con il decentramento-collocamento.  
 
  • Le 8 circoscrizioni di Palermo costano ai palermitani oltre due milioni e mezzo di euro all’anno e non hanno neppure il potere di sostituire una lampadina fulminata o riparare una buca in una strada.
 
  • Attuerò un vero decentramento che non sia il collocamento dei politici ma uno sportello al servizio dei cittadini.
 
5.      La Piramide rovesciata di Faraone.
 
  • La maggior parte dei servizi offerti ai cittadini si effettua attraverso il lavoro dei dipendenti comunali; ogni addetto riassume in sé tutti i pregi ed i difetti dell’organizzazione nel suo insieme. Per una pubblica Amministrazione il “front line” rappresenta il momento della verità;
 
  • il personale comunale deve essere costantemente formato, motivato e orientato; 
 
  • i dipendenti a contatto diretto con i cittadini (front line) devono essere continuamente seguiti e incoraggiati perché da loro dipende la buona percezione da parte del pubblico dei servizi erogati. 
 
  • costruiamo una "piramide rovesciata", che veda cittadini e addetti allo sportello al primo posto. 
 
6.  Il Comune ti ascolta 
  • Dare voce ai cittadini!
 
  • Costituzione di un numero verde, attivo 24 ore su 24, per la segnalazione di disservizi ed emergenze.
 
7.      La macchina comunale revisionata
 
  • Basta imboscati! La macchina amministrativa comunale subirà un’immediata e radicale riorganizzazione in nome dell’efficienza e del merito.
 
  • Realizzazione della carta dei servizi del cittadino con tempi certi alle risposte e sanzioni per chi non le rispetta.
 
  • Basta con le portinerie degli assessorati “affollate” di personale e i sottopassi o le spiagge abbandonate. 
 
8.      Palermo, da commodore 64 a Ipad. 
 
  • Da Commodore 64 si trasformerà in IPad.
 
  • Wi-fi libero e gratuito in 25 piazze della città;
 
  • Un sito del comune che diventi un social network;
 
  • Una pen drive “e-friend”  per ogni cittadino per richiedere da casa i certificati;
 
  • Un sistema telematico che consenta di abolire la carta;
 
  • L’utilizzo di software open source in ogni ufficio, per abbattere i costi, il telerilevamento computerizzato per contrastare le illegalità, la pec, la firma digitale e finalmente l’anello telematico.
 
  • Palermo-ware; realizzazione di una INFOstruttura, hardware e software, orientata alla sperimentazione di nuove infrastrutture di impiantistica di rete informatica, allo sviluppo di nuove applicazioni e di servizi a valore aggiunto, con particolare riferimento all’e-ommerce, all’innovazione dei servizi al cittadino da parte degli enti pubblici, alla formazione di specialisti nelle tecnologie ICT.
 
  • Costituire un centro e una rete per la formazione tecnica e professionale a servizio del sistema locale e come struttura di servizio internazionale.
 
9) Gare rapide e senza trucchi
 
  • In occasione delle gare con aste per la fornitura di servizi/materiali al Comune, ricorso a gare on-line, rapide ed al riparo da qualsiasi distorsione esterna, attraverso la metodologia già sperimentata in molti comuni dell’e-procurement.
 
10) Un progetto – un responsabile. Inversione dell’onere della prova.
 
  • Attribuzione delle responsabilità. I dirigenti responsabili dell’assessorato alle Imprese saranno chiamati a rispondere per eventuali ritardi nella realizzazione di un progetto di sviluppo aziendale che preveda incremento occupazionale.
 
11) Basta uffici protocollo. 
 
  • Dotare tutti i dipendenti comunali di account di posta elettronica certificata e di relativa firma digitale protetta.
 
  • Attuazione dell’Ufficio remoto di protocollo unico. Ogni documento attraverso la connessione ad un servizio on line verrà protocollato in entrata o in uscita in modo del tutto automatico, sarà possibile ottimizzare le centinaia di risorse umane da valorizzare in servizi attualmente carenti.
 
12) Posta Elettronica per ogni cittadino. 
 
  • M’impegno con tutti i cittadini palermitani maggiorenni che entro la scadenza del mio mandato li doterò di “pec” rilasciata dal comune di Palermo e darò loro la possibilità di poter presentare agli uffici comunali qualsiasi istanza attraverso un semplice clic comodamente da casa.
 
13) Videoconferenze anche dal Comune di Palermo. 
 
  • Eliminiamo le classiche conferenze di servizio interne al Comune sostituendole con più rapide ed economiche videoconferenze remote che consentirebbero di eliminare inutili spostamenti ai dipendenti comunali che comodamente dalla loro postazione di lavoro potrebbero condividere idee e perfino documenti con colleghi di altri uffici. 
 
14) Stop alle file. 
 
  • Daremo ad ogni cittadino la possibilità di monitorare “ on line”, dal proprio PC lo status delle istanze o dei procedimenti avviati con l’Amministrazione Comunale. 
 
15) Una sola Azienda, più funzionante. 
 
  • Palermo holding spa. Una super-holding multi - utility, per governare le società partecipate dal Comune, con l'obiettivo di ridurre i costi, ottimizzare le risorse, garantire un servizio migliore a un costo più basso per i cittadini. 
 
  • Un’unica struttura con vantaggi fiscali e di mobilità dei dipendenti; abolirò i cda delle municipalizzate nominerò amministratori unici alla guida delle aziende pubbliche, saranno nominate professionalità indipendenti, senza tessera di partito. 
 
  • Un’organizzazione snella, fatta da poche persone, fondata su solide basi per la realizzazione di progetti di miglioramento, allargamento del servizio, integrazione fra diversi servizi sinergici o in aree diverse e/o di investimenti infrastrutturali, che possono anche cogliere occasioni di partenariato fra parte pubblica e imprenditoria privata (PPP) e che si rafforzino attraverso l’utilizzo di strumenti di corporate financing o di project financing e similari.  
 
 
 
16) Disabili, cittadini non più invisibili. 
 
  • Una città che non è a misura di disabile non è una grande città; farò realizzare subito una mappatura reale delle condizioni delle barriere architettoniche esistenti nella nostra città dal centro alle periferie per investire in maniera veloce e precisa le risorse pubbliche funzionali all’abbattimento e all’adeguamento di Palermo a misura di disabile.
 
  • Istituzione della delega alle politiche per la disabilità.
 
  • Farò applicare e rispettare la sentenza che stabilisce il parcheggio gratuito per disabili nelle zone blu, eliminando il pass gratuito ai politici.
 
  • Trasformerò l’attuale Ufficio H del Comune in un centro polivalente multifunzionale per i servizi alla persona disabile con sportelli informativi potenziati da accordi e protocolli con le ASP del distretto di Palermo. L’ufficio H sarà dotato di uno sportello specifico per i diritti del cittadino disabile e delle loro famiglie con la presenza di un legale ed uno sportello specifico in accordo con il Provveditorato agli Studi per la verifica e assegnazione delle reali ore di sostegno scolastico, potenzierò in bilancio la spesa della figura dell’assistente alle autonomie. Infine doterò quest’ufficio di un team di supporto alle famiglie dei disabili, in special modo a quelle famiglie colpite dalla disabilità psichica.
 
  • Daremo vita alla carta dei servizi del disabile, una card di cui ogni disabile sarà in possesso e con cui avrà il diritto di accedere in maniera facilitata e veloce a tutta la rete dei servizi al cittadino, nel rispetto delle proprie necessità, a volte basta veramente poco per rendere più accessibile ad un disabile ed alla sua famiglia l’ingresso in diversi luoghi: musei, parchi gioco, saranno attrezzati all’uscita dell’ingresso per i disabili e le loro famiglie.
 
 
17) La Clessidra della solidarietà. 
 
  • Gli anziani e il loro tempo sono un bene prezioso per la nostra comunità; i nonni sono il filo sottile che collega il tempo con le nuove generazioni, la loro memoria e il loro sapere insieme al contributo concreto che possono ancora dare alla nostra città vanno custoditi.
 
  • Farò realizzare un centro aggregativo per anziani in ognuna delle 8 circoscrizioni.
 
  • Recupererò i fondi ormai dimenticati destinati alla realizzazione degli orti urbani per ogni quartiere; gli spazi verdi abbandonati diventeranno orti affidati agli anziani del territorio che avranno la possibilità di coltivarli e, in sinergia con le scuole, si offrirà un percorso in cui gli anziani insegneranno agli studenti quanto prodotto e realizzato nell’attività dell’orto.
 
18) Pubblico e privato sociale: un patto di sinergia.
 
  • L'associazionismo resta la risorsa più grande del sociale; in alcuni casi è l'unica presenza che fa fronte all'assenza continua delle istituzioni e ai vergognosi tagli ai servizi a cui abbiamo assistito in questi anni. Ma il sistema della delega in bianco non può e non deve più funzionare: le associazioni devono riappropriarsi della loro vera natura non più sostituirsi ai servizi pubblici mancanti ma progettare innovazione e servizi aggiuntivi.
 
  • Il finanziamento dei progetti a scopo sociale sia comunali che in 328/00 avrà tre fasi: analisi reale dei bisogni , garanzia dei servizi di base pubblici, regia pubblica dei progetti.
 
  • Farò disporre un regolamento specifico per il funzionamento dei rapporti tra amministrazione comunale e associazioni.
 
  • Realizzerò l'albo comunale delle associazioni e degli operatori potenziando tutte quelle progettualità capaci di mettersi in rete; un quadro di regole chiare e trasparenti farà diventare più forte l'associazionismo e farà spendere meglio le risorse pubbliche, mettendo fine alla tragedia vergognosa della spesa sociale realizzata in funzione del politico di turno e delle sue clientele.
 
  • La creazione della consulta cittadina delle associazioni sarà l'unico strumento di confronto reale e di progettazione comune tra questo il sindaco e il privato sociale.
 
19) Assistenti Sociali, un bene prezioso.
 
  • Gli assistenti sociali devono ritornare sul territorio a progettare sulla famiglia e sulle persone. Rappresentano un anello di collegamento fondamentale per la lettura dei bisogni reali , del malessere o della qualità della vita di una città.
 
  • Riapplichiamo la legge che indica un assistente sociale in funzione degli abitanti; riattiverò la loro presenza dotandoli di reali strumenti di intervento economico, progetterò insieme a loro un sistema reale di aiuto ai più deboli privo di meccanismi clientelari o di assistenzialismo. 
 
  • Il famoso, “vecchio sussidio” verrà trasformato in ore di lavoro utile per la nostra città, i cittadini che avranno bisogno di aiuti economici svolgeranno all'interno di un progetto specifico attività di lavoro sociale, in questo modo chi ha bisogno potrà e si sentirà anche utile.
 
  • Attiverò una convenzione comunale controllata e sotto la regia degli assistenti sociali con il Banco alimentare, organizzata da un regolamento cittadino. 
 
  • Ogni tre mesi incontrerò tutti gli assistenti sociali comunali.
 
 
20) Liberi dal Bisogno.
 
  • la politica malata trasforma i diritti in favori; riattivando la rete dei servizi pubblici saremo insieme cittadini liberi, liberi dal bisogno, liberi di decidere.
 
 
21) La Periferia al Centro.
 
  • Le periferie invisibili, un incubo nato dalle città invivibili, possono e devono diventare centro pulsante e operativo della nostra Palermo: Zen, Brancaccio, Sperone, Borgonuovo, Cep, non devono più essere zone dormitorio risvegliate solo dai riflettori negativi della cronaca, sono pezzi di città in cui vivono cittadini con eguali diritti.
 
  • Sposterò tutti gli uffici comunali concentrati per la maggior parte nel centro cittadino con disagi enormi di parcheggio e caos, nelle periferie, distribuendoli strategicamente, risolvendo così anche lo storico problema del parcheggio impossibile essendo le periferie dotate di spazi enormi e totalmente prive del problema traffico.
 
  • Lo spostamento avverrà a costo zero, utilizzando in parte le strutture delle attuali circoscrizioni e in parte i locali presenti in ogni zona periferica di proprietà dello IACP;  la presenza degli uffici comunali nelle periferie faciliterà la vita dei residenti di queste zone e darà un segnale forte di presenza delle istituzioni.
 
  • Con un atto formale farò consegnare tutte le aree ad oggi proprietà dell'IACP all'Amministrazione Comunale di modo da intervenire su tutte quelle opere di urbanizzazione primaria e secondaria ad oggi in stato di abbandono.
 
  • Attiverò con progetti specifici e ricercando risorse nazionali ed europee incentivi a tutti quei privati che vorranno investire, dando vita alle loro attività in zone periferiche; non solo supermercati, avranno priorità cinema, biblioteche, pub, centri benessere, banche.
 
  • Sposterò gli eventi culturali e gli appuntamenti cittadini più importanti dai “salotti della Palermo bene” alle strade delle periferie con le fermate più prossime al futuro metrò; mi farò promotore di accordi con i diversi istituti d'arte e università per ridipingere le nostre periferie e le facciate di tutti gli alloggi popolari in modo da stimolare i turisti a visitarle.
 
  • Lavorerò con l'obiettivo di far spostare almeno una scuola superiore in ogni zona periferica.
 
  • Istituirò un assessorato delle politiche per le periferie a tempo determinato (due anni), trascorsi i quali con obiettivi precisi il volto delle nostre periferie dovrà cambiare.
 
22) Le imprese fanno utili, via le norme inutili. 
 
  • L’azzeramento dell’iter infinito per aprire un’attività in città. Basta, quindi, con un comune azzeccagarbugli. Attraverso una semplice segnalazione certificata di inizio attività (scia) si potrà dare vita immediatamente all’idea imprenditoriale. Sarà a carico del comune controllare in seguito che l’impresa rispetti tutte le norme vigenti e nel caso contrario punirla severamente.
 
  • I palermitani sono stati costretti dalla brutta politica ad aspettare, a fare anticamera all’infinito. Non sarà più così perché la libertà di intraprendere è un diritto ed è una delle condizioni per creare sviluppo e occupazione.
 
23) Un patto per l’impresa. 
 
  • Il Comune si farà garante di un patto per l’impresa che coinvolga l’ordine dei consulenti del lavoro, l’ordine dei commercialisti e le associazioni datoriali.
 
  • Il patto assicurerà: la disponibilità di servizi reali di tipo culturale, organizzativo e finanziario che facilitino la nascita di nuove imprese.
 
  • La consulenza e il tutoraggio forniti durante la fase di start up delle imprese costituiscono uno degli ambiti privilegiati di azione, soprattutto per quel che riguarda la mappatura dei servizi di sostegno all’imprenditoria, l’identificazione di “buone pratiche” nel campo dello sviluppo locale, la fornitura di servizi di pacchetti specialistici (analisi di marketing, studi di fattibilità economico-finanziaria, redazione di business plan).
24) Stop al caro vita.
 
  • Istituzione di una cabina di regia guidata dal comune contro la crisi economica con le associazioni di categoria e gli istituti di credito presenti sul territorio. 
 
  • Promuoveremo accordi con i commercianti per i “Panieri dei prodotti”, un giorno a settimana, in cambio di agevolazioni anche di natura pubblicitaria per le aziende partecipanti. 
 
    25) Lotta abusivismo e regole su gazebo e suolo pubblico. 
    
  • Atto d'indirizzo approvato in Giunta Comunale con gli interventi puntuali su tutti i mercati cittadini. Progetto di riorganizzazione dei mercati concordati con le associazioni di categoria e con i residenti. 
 
  • Individuazione di aree commerciali valide da trasformare in mercati giornalieri. Attrarre contributi pubblici con progetti che vedano il comune capofila che, dopo una fase di start-up, ceda l’attività agli operatori commerciali. 
 
26) Centri Commerciali Naturali. 
 
  • Sviluppare e potenziare i Centri Commerciali Naturali per riscoprire la vocazione dei territori. 
 
  • Realizzare un coordinamento tra i CCN esistenti, favorire l’aggregazione di nuovi CCN. 
 
  • Realizzare un network con i CCN della provincia per progetti in comune
 
27) Le balate della Vucciria.
 
  • Piano speciale per i mercati storici di Palermo. 
 
  • Incentivazione, recupero e sostegno alla rete dei quattro mercati storici cittadini. 
 
  • Tempistica precisa e verificabile. 
 
  • Accordo con l’Università di Palermo per collocare il quadro della vucciria di Guttuso alla Vucciria 
 
28) Tutti i cantieri minuto per minuto. Lavori solo di notte.
 
  • Per informare e monitorare su tutti gli interventi di manutenzione e nuova costruzione di Palermo, il sito del Comune aggiornerà quotidianamente i cittadini sullo stato di avanzamento lavori di ogni cantiere. 
 
  • Prezzi chiari, tempi certi. Chi sbaglia un'opera pubblica o ritarda nella sua consegna deve pagare. 
 
  • L'amministrazione si costituirà parte civile in tutti i procedimenti giudiziari. Semplificazione della cartellonistica, razionalizzazione delle transenne, certezza dei tempi d’intervento.
 
29) Azzerare in due anni le liste d’attesa negli asili anido.
 
  • Il sindaco per tutto il primo anno di mandato visiterà una volta a settimana una scuola cittadina. Nella crisi educativa che stiamo vivendo la scuola va sostenuta e incoraggiata non dimenticata e la scuola dell’infanzia sarà il mio “chiodo fisso”.
 
  • Non si può pensare sempre e solo a tagliare e risparmiare, perché questo è un servizio che o ha degli standard qualitativi di un certo livello oppure non ha motivo di esistere. Reggio Emilia sarà il nostro modello, la nostra “best practice”. 
 
  • Avviare immediatamente un protocollo d’intesa con il comune di Reggio Emilia per la formazione permanente del personale degli asili e delle scuole materne. 
 
  • Incoraggiare ed aumentare il numero di asili aziendali attraverso sportelli dedicati per il know-how.
 
  • Prevedere nel piano regolatore nuove strutture per asili; adesso la previsione è ferma agli anni ’90. 
 
  • Liberiamo il servizio attraverso convenzioni con associazioni, associazioni di genitori, cooperative e il Comune mantiene il ruolo di controllo e di formazione del personale.
 
30) Mai più “Scuole a pezzi”. 
 
  • Un piano straordinario di manutenzione delle scuole comunali. Di concerto con gli uffici comunali di edilizia scolastica e con quelli della protezione civile, predisporremo un piano straordinario di manutenzione e potenziamento delle scuole comunali.
 
  • Realizzeremo un piano per la costruzione di nuove scuole (obiettivo affitti zero) attraverso progettazione a mezzo concorso (aperto a tutti ma con partecipazione gratuita di progettisti siciliani al di sotto dei 40 anni).
 
  • Le nuove scuole saranno esempi di bella architettura ecosostenibile e di qualità architettonica. Il Comune riattiverà il fondo ordinario annuale alle scuole per la manutenzione ordinaria come da obbligo di legge. 
 
31) Con la raccolta differenziata mi pago il supplente.
 
  • Ad ogni alunno sarà consegnata una tessera riportante un codice a barre che identifica l’istituto di appartenenza. Nel corso dell’intero anno scolastico, ogni ragazzo (oltre che la stessa scuola) che andrà a conferire rifiuti (carta, plastica, vetro,..elettrodomestici) in stazioni ecologiche di quartiere o di distretto, potrà farsi leggere la tessera da un apposito lettore. Grazie a tale identificazione, per ogni conferimento si riconoscerà a favore dell’istituto del ragazzo un contributo pari a 15 centesimi per chilogrammo. Tale contributo verrà utilizzato dalle scuole esclusivamente per il conferimento delle supplenze temporanee dei docenti assenti, attualmente non coperte per insufficienza dei fondi statali.
 
32) Scuole aperte tutto il giorno, tutto l’anno. 
 
  • Le scuole dovranno essere supporti e presidi territoriali: tempo pieno e tempo prolungato. Come da normativa nazionale. A Palermo solo l’1% delle scuole comunali offre questa opzione richiesta da quasi tutte le famiglie. Verranno attivate offerte extracurriculari in modo da trasformare le scuole in centri di sviluppo socio-collettivo. 
 
  • Si attiveranno con PON e POR a progettazione assistita comunale, progetti destinati in modo congiunto ai ragazzi e famiglie che approfondiscano e allarghino l’offerta formativa (formazione culturale di completamento: recupero degli ultimi e potenziamento dei primi, lingue, informatica, teatro, cinema, sport, laboratori artistici,…) come anche la formazione permanente degli adulti, attraverso la didattica innovativa e laboratoriale. 
 
  • Si attiveranno le “reti di scuole di ambito” nei vari quartieri di Palermo che lavoreranno in sinergia  tra di loro e con gli enti locali e territoriali e le associazioni operanti nel territorio in modo coordinato e rispondente a un protocollo generale di coordinamento tra strutture comunali e reti di scuole. Verranno attivate certificazioni di controllo della qualità sia in sede progettuale, che in fieri, che a completamento. 
 
33.        Ambiente, la grande priorità politica del futuro. 
 
  • Nei primi cento giorni approveremo la green card di Palermo, un atto di indirizzo della giunta con gli interventi previsti: modifica del regolamento edilizio per agevolare il risparmio energetico e l'impiego di fonti rinnovabili per riscaldamento, raffreddamento, produzione acqua calda, illuminazione. sostituzione dei rubinetti continui negli uffici pubblici. Termo-valvole negli ambienti pubblici.
 
  • Piano d’installazione dei pannelli fotovoltaici e pannelli solari termici negli impianti sportivi, nelle scuole e negli uffici pubblici. Monitoraggio telematico dei consumi, individuazione dell'energy manager. Veicoli elettrici: colonnine per la ricarica dei mezzi elettrici associate a pensiline fotovoltaiche. 
 
34)       Il nuovo Parco della Favorita
 
  • Attuazione immediata di un piano d’uso aperto ai cittadini.
 
  • Riservare ai pedoni viale Diana con percorsi adeguati alla corsa, alle passeggiate e aprirlo a una serie infinita di servizi per il tempo libero, lo sport, lo svago, la contemplazione e la salute.
 
  • Vigilanza delle forze dell’ordine.
 
  • Intensificare l’illuminazione e la pulizia.
 
  • Favorire l’uso e recuperare gli edifici storici presenti nel parco per attività ricettive, di ristoro e museali. 
 
35. Fare un bagno nel fiume Oreto.
 
  • Riqualificazione e realizzazione del parco urbano dell’Oreto, completare la realizzazione e/o l'attivazione tutti gli impianti di depurazione dei comuni che scaricano illegalmente nel fiume Oreto.
 
  • Eliminare tutti gli scarichi abusivi, compresi quelli stagionali (es. sansa delle olive) impegnando gli organi preposti in una rigorosa azione di repressione.
 
36) Il parco Urbano di Ciaculli.
 
  • E’ un monumento dell’attività agricola ed in particolare degli agrumeti.
 
  • Il mandarino, “tardivo di Ciaculli” da presidio Slow Food sarà anche a marchio DOP e DOC.
 
  • Miglioramento del prodotto agricolo e la formazione di giovani coltivatori alla coltivazione degli agrumi.
 
  • Riconnessione al parco di Maredolce dal punto di vista paesaggistico ed architettonico.
                                                        
37)Pari Opportunità davvero.  
 
  • Percorsi odorosi con passeggiate per non vedenti al parco della Favorita.
 
  • Modellini tattili costruiti in collaborazione con la facoltà di architettura per chi la bellezza può soltanto toccare.
 
  • Aree di sosta per camper con protocollo d'accoglienza per diversamente abili. 
 
39. I vigilantes della bellezza
 
  • Cento dipendenti pubblici si muoveranno quotidianamente nei vari quartieri per segnalare piccoli interventi (buche, scritte sui muri, etc.), e per garantire una risposta entro 48 ore da parte dell'amministrazione.
 
40. Rifiuti: da problema a risorsa. 
 
  • Riduzione della produzione dei rifiuti, raggiungimento del 65% di differenziata al 2013, autosufficienza impiantistica. 
 
  • Riorganizzazione dei servizi di igiene urbana, superando l’attuale modello a cassonetti stradali in favore della raccolta domiciliare e condominiale del tipo “porta a porta” per le utenze domestiche. 
 
  • Fasce orarie compatibili per le utenze commerciali per un servizio “porta a porta”; devono essere avviati servizi personalizzati di ritiro dei rifiuti in cambio di una buona partecipazione ai progetti di differenziazione degli stessi.
 
41. Rifiuti: mai più discariche e amianto. 
 
  • Indispensabile diventa abbandonare il sistema impiantistico di smaltimento finale (termovalorizzatori e discariche) previsto nelle precedenti pianificazioni a vantaggio di nuove tecnologie, individuate tra quelle più consone al nostro territorio, nel rispetto del dimensionamento necessario, della tutela dell’ambiente e dell’efficienza e del recupero energetico. 
 
  • Attualmente la rimozione del cemento amianto abbandonato è affidato mediante gara d’appalto a ditte private, perché l’AMIA non dispone delle certificazioni previste dalla normativa vigente. Ogni anno vengono rimosse centinaia di tonnellate di amianto abbandonato da ciò si capisce quanto questo servizio costa all’Amministrazione. Se il servizio fosse eseguito dall’AMIA, avremmo un notevole risparmio ed un intervento decisamente più tempestivo grazie alla quantità di personale che l’Azienda dispone.
 
  • Dalle immagini tele rilevate è possibile individuare le coperture degli edifici in cemento amianto. Confrontando le immagini in periodi diversi è facilmente determinabile quali edifici abbiano dismesso coperture in cemento amianto. Occorre immediatamente un catasto delle coperture al fine di accertare la corretta dismissione di una copertura.
 
  • Il fenomeno delle discariche abusive è diventato un problema di dimensioni così elevate che è ormai impossibile porvi rimedio con le sole risorse pubbliche. Occorre il potenziamento delle isole ecologiche, almeno tre per circoscrizione con un’adeguata informazione degli orari di prelevamento e dei giorni stabiliti; ogni isola sarà presidiata 24 h/ 24 da personale AMIA che si dovrà occupare di classificare i rifiuti speciali in base alle diverse tipologie, evitando così la trasformazione dell’isola ecologica in una mega discarica abusiva come è successo a Piazzale John Lennon.
 
  • Istituire convenzioni con cooperative per il trasporto dei rifiuti speciali nelle isole ecologiche, al fine di agevolare i cittadini nel trasporto.
 
  • Le discariche abusive d’inerti sono le più diffuse e le più costose da eliminare mentre si potrebbero produrre nuovi materiali per l’edilizia.
 
42) Rifiuti: incentivare si può. 
 
  • Incremento del numero delle isole ecologiche ben dislocate nel territorio per offrire al cittadino luoghi dove poter conferire liberamente i propri rifiuti differenziati e, per alcune frazioni (alluminio, cartone, plastica, vetro) ricevere dei bonus che contribuiscono a ridurre la TARSU/TIA. 
 
43)  Rifiuti: un cambio culturale. 
 
  • Avviare iniziative finalizzate alla comunicazione e alla formazione per raggiungere i centri di aggregazione (scuole, associazioni, parrocchie), al fine di operare un vero e proprio cambio culturale nella gestione dei propri rifiuti. 
 
  • Creare mercatini dell’usato al fine di ridare vita a oggetti che per un soggetto rappresentano un peso e per altri possono rappresentare una risorsa. 
 
  • Coinvolgere i gestori d’impianti per commerciare e/o scambiare prodotti in buono stato e direttamente riutilizzabili. Coinvolgimento associazioni di categoria su iniziative mirate.
 
 
44) Rifiuti: chiarezza e trasparenza con tutti nella gestione. 
 
  • Il primo passo istituzionale dovrà essere costituito dalla definizione e condivisione di un rapporto ambientale. Una sintesi non tecnica, ma che riporta una vera e propria proposta di Piano, da adottare in Consiglio Comunale e, quindi, pubblicizzato, dando l’opportunità di presentare osservazioni e pareri in particolar modo ai soggetti competenti in materia ambientale, al pubblico che subisce gli effetti del piano, alle organizzazioni non governative che promuovono la protezione dell’ambiente, alle organizzazioni sindacali economiche e sociali più rappresentative.
 
45) Piano Energetico Ambientale Comunale (PEAC). 
 
  • È indispensabile redigere entro il primo anno dall'insediamento del Consiglio comunale un Piano Energetico Comunale per la promozione dell'uso delle energie rinnovabili. 
 
  • Nel PEAC dovranno essere stabiliti l'obbligo per i costruttori di costruire abitazioni ad alta efficienza energetica, redigendo una classificazione delle abitazioni in base al livello di risparmio energetico. 
 
  • Prevedere forme d'incentivazione all'utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili anche per le ipotesi di ristrutturazioni. 
 
  • Precedere la dotazione degli uffici comunali, delle scuole gestite dal Comune e delle strutture sportive comunali (stadio in primis) di pannelli solari o fonti rinnovabili. 
 
  • Finanziamento collettivo per la realizzazione di impianti fotovoltaici.
 
46) Solo il sole. 
 
  • La nuova Amministrazione comunale predisporrà un programma per la realizzazione di microimpianti fotovoltaici negli edifici del Comune ed in quelli privati. Per questi ultimi costituirà un apposito sportello per la semplificazione delle incombenze burocratiche. Sarà prevista una riduzione dell’ICI comunale per i soggetti, le cui abitazioni avranno impianti fotovoltaici.  
 
47) Illuminiamoci Risparmiando. 
 
  • Predisposizione di un piano di illuminazione pubblica adottando le soluzioni   tecnologiche disponibili (dall’utilizzo della lampade a LED all’energia solare. Usciamo dal buio!)
 
48) Il Futuro è Rosanero.
 
  • La città di Palermo deve avere un nuovo stadio di calcio e trasformare lo stadio Renzo Barbera, eliminando l'anello superiore che sfregia monte Pellegrino, in stadio per gli altri sport e arena per ospitare spettacoli e concerti internazionali per i giovani palermitani. Occorrerà buttare giù la struttura a fianco dello stadio, il cosiddetto "pallone", che era destinata a centro stampa e che è stata adibita, senza agibilità, a uffici comunali, ampliando così le zone di parcheggio.
 
  • Il progetto di costruzione del nuovo stadio allo Zen non aggiungerà un centimetro cubo di cemento in più in città. 
 
49) Aree Dismesse.  Restauriamo il paesaggio.
 
  • Da una parte si cementifica e dall’altra crescono le grandi aree dismesse.
 
  • Sostenibilità ed innovazione devono guidare l’amministrazione comunale nell’utilizzo di queste grandi aree;
 
  • Integriamo risorse pubbliche e private tenendo conto dei fabbisogni della città e delle carenze dei servizi;
 
  • Le aree ferroviarie e militari devono soddisfare le necessità di assolvere funzioni direzionali del terziario come uffici regionali, banche.
 
50) 100 luoghi da riqualificare entro il 2017.  Un giardino ogni 400 metri.
 
  • Le borgate e i quartieri sono l’anima vera di Palermo. Individuare aree verdi abbandonate, riqualificarne le stesse e progettarne di nuove. Per ogni borgata,  un giardino e spazi collettivi anche aperti. Procedura a concorso aperto e progettazione partecipata.  Regaliamo ad ogni bimbo un giardino a non più di 400 m da casa. 
 
 
51)             “Verde speranza”, valorizzare il verde agricolo. 
 
  • Di concerto con l’Agenzia del Territorio, la Regione Militare ed ogni altro Ente proprietario di aree inedificabili della città, provvedere alla piantumazione di 50.000 nuovi alberi (10.000 per ogni anno di mandato).
 
  • Le aree a verde agricolo, disseminate per tutta la città, saranno valorizzate. Se inutilizzate dai proprietari, potranno essere prese in affitto dal Comune, previa bonifica da parte del cedente, per poi assegnarle, suddivise in micro lotti, temporaneamente e in comodato gratuito ai cittadini che ne facciano richiesta per la realizzazione di orti civici comunali. 
 
  • Salvaguardia del verde agricolo esistente finalizzato alla creazione di un parco agricolo-urbano.  
 
  • Incentivare l’uso di aree agricole, anche di modeste dimensioni, per la produzione e la vendita diretta dei prodotti favorendo la formazione di cooperative e intervenendo con incentivi fiscali.
 
52) Palermo una città d’aMare.
 
  • Mappatura sulle condizioni delle aree costiere della Città di Palermo e definizione di un piano di interventi per recuperare e/o migliorare la fruibilità di tutte quelle zone che risultano in stato di degrado o di abbandono. 
 
  • Creazione di efficienti e moderni servizi per il turismo balneare e da diporto sfruttando l’enorme potenziale che la costa della città di Palermo racchiude. Risanamento della costa dal Foro italico a Romagnolo e quella sul versante di Vergine Maria – Arenella. In una parola: riappropriarsi del litorale renderlo balneabile e offrirlo a tutti! 
 
  • Completare le opere per il convogliamento di tutti reflui al depuratore di Acqua dei Corsari; parte dell'acqua prodotta, ulteriormente trattata e controllata, potrebbe essere incanalata, per uso industriale ed irriguo lungo la fascia costiera, rendendo disponibili per la potabilizzazione le risorse idriche pregiate oggi impegnate a tale scopo, aumentando la disponibilità di acqua potabile della città.
 
 
 
53) L’Acquario del Mediterraneo. 
 
  • Nel progetto di recupero del water front sarà inserito il progetto di realizzazione del grande acquario del mediterraneo. Lanciamo un concorso  internazionale di idee.
 
54)  Il Porto che verrà.
 
  • Eliminazione della strada in superficie che dalla stazione Giakery porta al Porticciolo di S. Erasmo e prevederla in sotterranea.
 
  • la   sistemazione della via Crispi, della Cala, e del Foro Italico devono essere in funzione delle destinazioni previste dal Piano regolatore generale ed in particolare la pedonalizzazione del Foro Italico e della Cala e dei sistemi di viabilità alternativi non in superficie; in particolare si propone  una doppia viabilità: rendere pedonale la strada in superficie e tutta la nuova viabilità in sotterranea.
 
  • chiusura dell’anello ferroviario non attraverso la via Mariano Stabile (opera nuova da realizzare interamente) ma da S. Erasmo fino alla Stazione centrale, attraverso l’antica linea ferroviaria che dal porto si collega alla stazione di S. Erasmo, linea già esistente, e risalita fino alla chiusura, con la Stazione Centrale. 
 
  • Fronte a mare: riprogettazione dell’isolato compreso tra la via Crispi, Guardione e Fratelli Orlando in funzione del fronte e del parco del Castello a Mare.
 
  • per la connessione città porto ridisegnare il fronte relativo all’area dell’Ucciardone e piazza della Pace, edificio della sede dell’urbanistica e le aree comprese tra Corso Scinà e via Archimede.
 
  • sistemazione della Cala, in funzione della nuova viabilità in sotterranea; prevedere il ripristino della originaria dimensione storica della Cala e il mantenimento della metropolitana ferroviaria in superficie. 
 
  • eliminazione dei parcheggi in superficie  (Cala, Padre Messina e S.Erasmo) in alternativa prevederli in sotterranea.
 
  • prevedere il ripristino  della passeggiata in superficie  del Foro italico, realizzazione del canale che attraversi l’intero  foro italico  fino ad arrivare al porticciolo di S. Erasmo.
 
  • eliminazione del parcheggio in superficie sulla foce del Fiume Oreto. 
 
  • Eliminazione del nuovo molo del Porto di S. Erasmo e sistemazione dei posti barca lungo il canale di attraversamento che dal Foro italico arriva fino al Porticciolo di S. Erasmo
 
  • Eliminare la nuova edilizia sul Porto di S. Erasmo e prevedere il servizi del Porticciolo nell’edilizia esistente. (cortina edilizia posta a destra del porticciolo)
 
  • Spostamento  del porto peschereccio di S. Erasmo, previsto nel Piano Regolatore Generale a Bandita con la realizzazione di tutte le opere del nuovo porto atto a renderlo funzionale. 
 
 
  • Porto dell’Acquasanta: eliminazione della “Area tecnica e area di stazionamento asciutto” così come previsto nel Piano Regolatore Generale Comunale.
 
55) Muoviamoci tutti, muoviamoci bene.
 
  • Il bisogno di muoversi, di lavorare, di vivere in contesti sani, di avere comportamenti sani per sé e per gli altri, comportano una serie di esperienze e condizioni che, se gestite bene, possono, migliorare la salute e la qualità della nostra vita.
 
  • E’ necessario includere il criterio della salute fra i parametri utili alle scelte di politica pubblica nel settore dei trasporti e della mobilità.
 
  • Introduzione della figura del Mobility Manager di area, la cui competenza è comunale, che dovrà adottare strategie di persuasione attraverso piani d’informazione e comunicazione volti a creare la coscienza del problema con l'obiettivo di modificare le abitudini quotidiane e offrendo più servizi ai cittadini.
 
  • Mi Muovo”: creazione di una carta unica per la mobilità cittadina  che includa oltre ai mezzi pubblici e al servizio di noleggio biciclette anche una serie di sistemi di mobilità quali : car-sharing, parcheggi, car-pooling (auto collettiva).
 
  • Una flotta di automobili 24 ore su 24”: il car-sharing, ideale per spostamenti brevi e frequenti, con particolari incentivi per i lavoratori pubblici con sconti per canone annuo ed iscrizione gratuita;
 
  • C’è posto per te”: una sola autovettura con più persone a bordo che compiono quotidianamente un medesimo tragitto, ad esempio per recarsi al lavoro.
 
  • Van-sharing” per gli operatori commerciali: realizzare apposite aree per il carico e scarico merci.
 
  • realizzazione strada collegamento in sotterranea piazza alcide de gasperi-porto 
 
  • linee tranviarie periferia-centro
 
  • favorire l’attraversamento circonvallazione tra città a monte e quella a mare
 
56) Alla fermata del bus non più di 10 minuti.
 
  • Il servizio di trasporto attuale è una farsa. Circolano mediamente 220 bus perduti fra la giungla delle automobili che ostacolano e ritardano la loro frequenza di transito, già gravosa per l’attesa dei cittadini alle fermate che ricorrono sempre più spesso a spostarsi con altri mezzi privati. La prossima  amministrazione dovrà riportare sulle strade almeno 400 autobus al servizio della mobilità del cittadino adeguando il relativo contratto di servizio con l’Amat
 
  • raddoppiare le corsie preferenziali presidiandone la percorribilità coi servizi d’ordine o con strumenti televisivi (presidiandone la percorribilità con telecamere installate sui bus e limitando drasticamente deroghe e rilascio pass corsie.);
 
  • consentire ai soli autobus l’accesso al centro storico e servire maggiormente le periferie con programma di assoluta certezza sul servizio caratterizzato da tempi di attesa ridottissimi. (Partirei da una graduale pedonalizzazione delle piazze storiche e istituendo un’apposita ztl) Il tutto anticipato da campagna d’informazione per indurre quanta più utenza a preferire il mezzo pubblico al proprio mezzo di trasporto.
 
57) Andiamo in bici. 
 
  • Una possibilità reale di mobilità alternativa. 
 
  • Interventi di bike sharing, introduzione delle rastrelliere. Realizzazione nuove piste ciclabili e sistemazione di quelle già esistenti.
 
  • Incentivare l'uso della bici attraverso strumenti come: Bici blu (Sindaco e Assessori vengono dotati di Bici Blu per limitare l'uso dell'auto e dare un messaggio-esempio ai cittadini); 
 
  • Bicicard (strategia che consente di parcheggiare l'auto, prendere una bicicletta a noleggio, entrare gratuitamente nei musei civici, avere sconti alle mostre temporanee, negli hotel, nei ristoranti e nei negozi convenzionati). 
 
  • Istituire apposite stazioni di biciclette in ciascuna stazione/fermata nell’area metropolitana di Palermo, per meglio consentire l’interscambio fra treno/bici.
 
58) Pedonalizziamo i marciapiedi. 
 
  • Una radicale lotta civica contro la vergogna dei marciapiedi palermitani utilizzati come parcheggi di automobili, ciclomotori, biciclette. Luoghi che superano le concessioni di spazio pubblico e costringono un pedone a chiedere permesso per camminare. Una messa in discussione di ogni autorizzazione fin ora concessa, e un riordino delle stesse.
 
  • Favorire gli esercizi commerciali che necessitano dello spazio pubblico di cammino per mostrare il loro prodotto in vetrina, determina un concreto aiuto alla diretta promozione del prodotto.   
 
59) Rendi semplice il parcheggio.
 
  • il parcheggio costituisce oggi una delle maggiori cause di perdita di tempo dei palermitani. Un gesto di rispetto: ridurre drasticamente le zone blu. 
 
  • Repressione fenomeno parcheggiatori abusivi (attraverso la   pedonalizzazione di vaste aree si possono sottrarre zone ai posteggiatori abusivi).
 
  • Lotta alla doppia fila e revisione e controllo dei permessi di invalidità.
 
60) Strisce rosa per le donne in gravidanza.  
 
  • la creazione delle zone rosa e soprattutto l’istituzione dei ‘pass rosa’, gratuiti e a tempo, per le donne in gravidanza o con bambini piccoli nel passeggino, per posteggiare le auto. Il tagliando rosa sarà valido a partire dai primi mesi di gravidanza fino ai primi due anni di vita del bambino.
61) Fondazione Festino S. Rosalia 
 
  • Il Festino, oltre ad essere un evento della tradizione cittadina, deve diventare una formidabile occasione economica per la città. Propongo l’istituzione di una Fondazione.
 
62) Una funivia per Monte Pellegrino. 
 
  • quale maggiore valorizzazione turistica internazionale del Santuario di Santa Rosalia, con relative stazioni bici a monte per meglio usufruire dell’intera riserva naturale.               
 
63) Un collegamento metro-tranviario fra Palermo e Monreale.
 
  • sfruttando il percorso della vecchia linea ferroviaria che grava sulle borgate di Baida e Boccadifalco, e ricongiungendosi con l’attuale tranvia di Borgonuovo. Si offre in questa maniera un’alternativa a basso impatto ambientale per raggiungere la città Normanna, oltre che una migliore offerta di trasporto sulle borgate tutt’ora mal servite.
 
64. Bus Boat. 
 
  • quale strumento di navigazione lungo costa, coniugando l’aspetto turistico con le borgate marinare e le riserve marine.
 
65. Palermo capitale dell'Erasmus.
 
  • creazione di un programma ad hoc. Coinvolgimento dei palermitani che non abitano più a Palermo, dei palermitani in Eramus e degli studenti stranieri che fanno l'Erasmus a Palermo. Valorizzazione degli studenti stranieri che lasciano Palermo come ambasciatori della bellezza della città nel mondo. 
 
66. “Progetto EDEN” european destination of excellence. Palermo da oltre 2000 anni. 
 
  • La Città deve riscoprire l’importanza che ha avuto nella storia e riaffermarla con il recupero della propria identità. Pertanto, la nuova Amministrazione comunale si farà promotrice, di concerto con i diversi altri Enti preposti, della creazione di circuiti turistici (punico-romano, arabo-normanno, gotico-catalano, barocco-serpottiano, liberty, ventennio), che verranno affidati ad Enti privati per la promozione gestione e cura; 
 
 
67. Turist card. 
 
  • Per favorire la fruizione sistemica dei monumenti d’arte presenti in città (Palazzo dei Normanni, Palazzo Abatellis, Palazzo Steri, ecc) la cui gestione spesso ricade nelle competenze di soggetti diversi. Prevede sconti per l’utilizzo dei mezzi pubblici e convenzioni con il sistema dell’accoglienza (ristoranti, Bar, Alberghi, Agenzie di Viaggio, Guide Turistiche e Compagnie LOW COST). I turisti che sbarcheranno a Palermo e sceglieranno di soggiornare presso gli alberghi palermitani potranno noleggiare gratuitamente un'auto elettrica o a metano per tutto il periodo della vacanza. I clienti dovranno soltanto pagare spese e pedaggi, mentre l'albergatore si occuperà dei costi del noleggio. Di concerto con RFI si procederà al potenziamento del servizio navetta metropolitano con l'aeroporto. 
 
  • Accordo con l’Autorità Portuale per la riduzione delle tariffe per l’attracco delle navi da crociera (tramite ristoro della differenza). 
 
68. Palermo in Convegno.
 
  • Incentivare la convegnistica, facilitare presso tutti gli organismi preposti lo sviluppo di questo tipo di presenza qualificata, promuovere l’incontro tra domanda ed offerta. Costruire un polo convegnistico nell’area della Fiera del Mediterraneo e della vicina Caserma Cascino.
 
69. Turista fai da te?
 
  • Installazione di gazebo informativi con personale qualificato e multilingue per l’informazione del turista. (Percorso culturale, prezzi, mezzi di trasporto, vita notturna……). 
 
  • Approvazione di un atto di indirizzo in giunta comunale: valorizzazione artigianato, modifica percorsi turistici e culturali, valorizzazione patrimonio ecclesiastico, presidio sicurezza in miglioramento della qualità della vita notturna, collaborazioni con vivace associazionismo locale.
 
70. Le “Aquile” della qualità. 
 
  • Creazione di percorsi enogastronomici, promuovendo la creazione di associazioni di esercizi ai quali il Comune attribuirà le “Aquile di qualità” (rispettando livelli minimi di servizio e livelli massimi di prezzo). Le “Aquile di qualità” si applicheranno, con i medesimi criteri, anche agli Hotel, che concorderanno con il Comune, per il tramite delle associazioni di categoria, la creazione di pacchetti turistici a prezzi competitivi.
 
71. Anagrafe beni confiscati.
 
  • Costituzione di un’anagrafica digitale di tutti i beni confiscati, in modo che il cittadino possa in qualsiasi momento avere informazioni sullo stato e sull’utilizzo di ciascun bene, secondo un approccio improntato alla massima trasparenza. 
 
  • Regolamento per l’assegnazione dei beni confiscati secondo procedure di evidenza pubblica che creino condizioni di parità di accesso per tutti i soggetti interessati e costituirà una task force per individuare le fonti finanziarie indispensabili per il recupero degli immobili degradati e per la realizzazione dei progetti proposti dai concessionari. 
 
  • Priorità di sostegno agli interventi che garantiranno un maggiore impatto sulle emergenze sociali e sull’occupazione, oltre che favorire lo sviluppo della rete associativa della città. Sostegno de “La Scuola adotta un bene confiscato” e “La Scuola adotta una vittima di mafia” allo scopo di valorizzare i patrimoni confiscati come elemento culturale di impegno e memoria nella lotta alla criminalità organizzata. 
 
72) URIPE Il cacciatore di fondi. 
 
  • I fondi comunitari sono in gran parte inutilizzati e le casse del Comune languono. Un paio di persone esperte nella progettazione e nel finanziamento con fondi comunitari che sia in grado di reperire  come un cane segugio tutti i fondi che un Comune può utilizzare per qualunque cosa: da interventi infrastrutturali alle cose più impensate. Giardini, uffici, mobilità…
 
  • Questi due superesperti, anche non palermitani o siciliani, lavorano di concerto con l’ufficio a supporto della progettazione con fonti comunitari e  verrebbero pagati in percentuale rispetto ai fondi che riescono a far utilizzare. 
 
73) Più facile il Lavoro e la Formazione 
 
  • Alla fiera del mediterraneo: il salone dei mestieri e delle professioni. 
 
  • favorire la cultura del “saper fare”;
 
  • realizzare percorsi di orientamento a favore dei giovani per fornire occasioni di conoscenza e confronto, guidandoli verso le scelte professionali; 
 
  • creare momenti di confronto con le istituzioni scolastiche per favorire l’integrazione tra il sistema delle imprese e le attività formative.
 
74. Palermo casa delle Culture.
 
  • Individuazione di uno spazio (ad es: ex-chimica Arenella) da dedicare  a percorsi di confronto, condivisione, scambio culturale, per avviare una nuova politica socioculturale che guardi alla comunità di immigrati presenti in città come finestra sul mondo, come risorsa culturale ma anche economica. 
 
  • Creazione di percorsi formativi sulla storia di PALERMO e corsi sull'identità palermitana.
 
75. L'università e la città.
 
  • Presentazione di un atto di indirizzo nei primi cento giorni per coordinare gli interventi sugli alloggi per studenti, gli eventi per promuovere la presenza di studiosi, la collaborazione tra città e ateneo.
 
  • Palermo, città scientifica. Atto d'indirizzo di giunta che colleghi la rete dei musei scientifici palermitani, gli incentivi per gli studenti che scelgono di seguire materie scientifiche e le iniziative di promozione correlate. 
 
  • Passaporto studentesco. istituzione della carta dello studente, palermitano, italiano e straniero, con i diritti e i doveri dei nostri ragazzi. possibilità di sconti sul trasporto e sui musei a fronte di un atteggiamento di rinnovata responsabilità. 
 
76. Giornata del palermitano. 
 
  • Presentazione del progetto per far entrare una volta al mese i cittadini gratuitamente nelle strutture artistico culturali della città.
 
 
 
 
 
77) 4 euro per tutto. 
 
  • A Palermo tutti i ragazzi di età inferiore ai 24 anni, ovunque residenti, italiani o stranieri, potranno accedere a musei, cinema, teatri, spettacoli, con un biglietto di 4 euro per tutti e per tutto tramite convenzione comunale.
 
78) IL Futuro è Multiculturale.
 
  • Un primo passo verso il riconoscimento dei diritti degli immigrati palermitani è la loro partecipazione alla vita pubblica della città, 30.000 immigrati, di cui circa 6.000 minori.
 
  • Punterò sui giovani della seconda generazione che devono fare i conti con la realtà: palermitani di fatto, nati e cresciuti qui da genitori stranieri, pienamente integrati nella comunità italiana ma ancora stranieri per legge.
 
  • Un esercito di non cittadini che rappresentano anche il futuro del nostro Paese.  
 
79) I cittadini stranieri.  
 
  • una casa delle culture, spazio per valorizzare la presenza a Palermo di comunità straniere, con percorsi di confronto, condivisione e scambio.
 
80) Palermo Città di Cittadini. 
 
  • La Città soffre di una mancanza di identità, persa per ragioni molteplici e che fa si che i suoi abitanti spesso non si identificano in essa. Questo paradosso per una città antica come Palermo è uno dei suoi più gravi problemi. 
 
  • La nuova Amministrazione comunale intende valorizzare i centri di aggregazione presenti sul territorio. Pertanto, si creerà la Consulta permanente delle Associazioni, a cui parteciperanno delegati dell’Amministrazione comunale e delle Associazioni, distinte per ragione di interessi.
 
81)  Palermo città civile.
 
  • Una città civile è una città in cui la cura per i beni comuni e l’attenzione verso gli altri sono tratti distintivi. La sua ricchezza è anche nella qualità delle relazioni tra le persone, nella capacità dei cittadini di agire insieme al di là dei propri interessi individuali, nella bellezza degli spazi pubblici, nella fiducia negli altri e nelle istituzioni, nel rispetto delle regole e della legalità,nella partecipazione, nella coscienza dei propri diritti e doveri. Vale a dire il suo capitale sociale. 
 
  • Un piano cittadino delle buone maniere, di azioni educative, di cittadini attivi che contribuiscono a rendere civile una città.
 
82) Facciamo ripartire l’orologio dei Cantieri Culturali
 
Si sono sperperati in questi anni fondi europei e nazionali, mentre ai Cantieri possiamo vantare di avere lo spazio espositivo più grande del meridione chiuso dalla burocrazia.
 
  • Palermo deve ricostruire il suo tessuto culturale, i cantieri devono ritornare ai giovani di Palermo ai Palermitani, agli artisti, al pubblico.
 
  • I Cantieri Culturali sono della città. Una Fondazione per attrarre risorse e capitali. 
 
  • Non più teatri in-stabili il teatro Massimo ed il teatro Biondo, assieme all’Orchestra Sinfonica Siciliana, devono essere punto di riferimento della città e non esibire continuamente la loro instabilità economica, sarà fondamentale contrastare la tendenza allo smantellamento conseguente al ridimensionamento dei finanziamenti pubblici, salvaguardare e rilanciare il livello qualitativo delle loro produzioni artistiche, incentivando l’ingresso di nuovi soci privati all’interno delle Fondazioni e allontanando la politica dalla gestione. 
 
  • il Teatro Garibaldi è stato chiuso per ristrutturazione nel novembre del 2007, inserito nel circuito prestigioso dell’Unione dei Teatri d’Europa, nel 2012 il Teatro Garibaldi deve ritornare a vivere, affidiamo il Teatro a un consorzio composto da personaggi autorevoli della cultura di Palermo.
 
83) Patrimonio dell’Umanità. 
 
  • I beni dell’architettura Arabo Normanna, esempio unico di sincretismo culturale, di Palermo, Monreale e Cefalù devono essere riconosciuti Patrimonio dell'umanità UNESCO.
 
 84) Festival della letteratura europea. 
 
  • Per autori con meno di 40 anni e di un festival del cinema giovanile per autori con meno di 30 anni da attivarsi ai cantieri culturali della Zisa. Incentivazione dell’industria del cinema attraverso convenzioni con produzioni locali e nazionali, con l’ente Cinesicilia, con la scuola di cinema. 
 
85)  Spazi di libertà aperti alla cittadinanza.
 
  • Approvazione in giunta di un atto d'indirizzo sulla notte in città. Apertura delle biblioteche prolungata fino alle 24. Apertura notturna di una chiesa ogni sera e di un museo diverso ogni sera. 
 
  • Coinvolgimento e sostegno alla rete delle associazioni teatrali palermitane. 
 
  • Realizzazione di foresterie comunali per gli artisti di passaggio e per i frequentanti i laboratori teatrali cittadini con valorizzazione speciale per le eccellenze locali. 
 
  • Ogni anno un bando di concorso annuale per raccogliere le idee dei cittadini, che liberino il talento e l'ingegno dei palermitani. 
 
86) Un bel caffè. 
 
  • Atto di indirizzo con previsione di incentivi fiscali e vantaggi economici per chi intende aprire caffè letterari, filosofici o caffè concerto.
 
 
 
87) La città dai mille colori.
 
  • Al fine di evitare la piena autonomia dei gestori dei locali pubblici verrà creato un piano colori per ogni singolo quartiere per quanto riguarda gazebo, ombrelloni, tende e materiale accessorio (tavoli e sedie) indicandone anche i materiali da utilizzare. Riordino degli spazi pubblicitari presenti in città. 
 
88) Palermo ritrovata. Aprire il centro storico a pedoni, bici e carrozzelle. 
 
  • Il Centro storico e i suoi assi principali Cassaro/Maqueda devono tornare ad essere il salotto della Città. La nuova Amministrazione Comunale  si farà parte attiva per il rifacimento definitivo, in via d'urgenza, almeno dei prospetti di via Maqueda e di corso Vittorio Emanuele. Inoltre, pedonalizzazione di via Maqueda, con conseguente piantumazione di alberi ed inserimento di installazioni artistiche permanenti donate dagli autori; 
 
89) Recupero del patrimonio edilizio esistente (dal centro storico alle borgate periferiche) e suo riutilizzo e/o rifunzionalizzazione 
 
  • Studiare un sistema d’incentivi economici e fiscali e forme di cooperazione pubblico/privato. Indirizzare gli interventi di edilizia residenziale pubblica al recupero del tessuto storico esistente sia nel centro storico sia nelle aree degradate della periferia e delle borgate storiche.
 
90) Costituzione delle STU (società di trasformazione urbana). 
 
  • Insieme soggetti pubblici e privati per recuperare immobili residenziali, destinandone una parte a residenza pubblica e interventi di infrastrutturazione urbana e di recupero dello spazio pubblico e monumentale. 
 
  • Intervenire prioritariamente sulle aree dove il rischio crolli è più elevato Castro, Carmine, Cala e Capo.
 
91) Rivedere le norme tecniche di attuazione del centro storico per rendere più semplice e conveniente la ristrutturazione.
 
  • La revisione del Ppe di Palermo deve puntare alla realizzazione di comparti  in cui si intendono realizzare servizi, residenza  e lo spazio pubblico  al fine di ottenere  luoghi del Centro storico riqualificati con i seguenti interventi:semplificazione delle norme tecniche di attuazione relativi agli interventi da realizzare nel Centro storico, definizione del “nuovo” spazio pubblico  e metodologia di intervento avvio dei concorsi per la progettazione di detti spazi pubblici e realizzazione di nuovi manufatti attraverso la progettazione concorsuale nelle aree libere inserimento dei servizi del trasporto pubblico  e dei parcheggi all’interno della città murata.
 
92. Palermo libera le future professioni. 
 
  • Interlocuzioni con l’Università, gli Ordini Professionali e le Associazioni di categoria per favorire le attività di praticantato durante il periodo universitario. Come l’Istituzione Universitaria, anche il Comune deve dotarsi di un Albo delle Aziende accreditate dove ogni studente può chiedere un periodo di stage. 
  • Arruola uno studente per un semestre nel tuo organico, aiutalo a comprendere il mondo di lavoro che lo attende, in cambio ti concedo un sollievo simbolico sulle tasse comunali. 
  • L’amministrazione investe sulla formazione dei suoi giovani, in cambio chiede resoconti sullo stage, utilizzabili per la lettura dello stato delle professioni e delle aziende, individuando le criticità sulle quali incidere.
 
 
93) Cittadino avvisato
 
  • Infomobilità: sperimentazione di informazioni aggiornate ogni tre secondi su navigatori satellitari, pensiline, automezzi, pannelli a messaggio variabile. programma di informazione sul traffico in tempo reale. 
 
  • nuova centrale di controllo del traffico. semafori intelligenti. presentazione del progetto di gestione semaforica intelligente sulla base della situazione del traffico.
 
  • presentazione del cronoprogramma per sostituire le lampade di semafori e lampioni con led. Onda verde. Paline parlanti. Presentazione del programma dei lavori per sostituire le paline presenti alla fermata dell'Amat con strutture innovative e tecnologiche sul modello di Parigi. 
 
  • radicale cambiamento delle linee Amat: più puntualità delle corse. Obiettivo: non più di 10 minuti di attesa ad ogni fermata. Sul bus solo con il biglietto. Introduzione dei verificatori del biglietto a terra
 
94) Sì alla residenza, no alla rendita. 
 
  • presentazione di un modello sperimentale di "agenzia dell'alloggio" - realizzata con le associazioni del settore - per favorire incontro di domanda e offerta, garantire proprietari e inquilini, ridurre il numero degli alloggi sfitti.
 
  • housing sociale. Atto d'indirizzo sull'utilizzo di questo innovativo strumento per la residenza, per il recupero del patrimonio pubblico che a costi sociali può rappresentare una immediata risposta per le migliaia di famiglie palermitane che non hanno assistenza alcuna sul fronte del disagio abitativo. 
 
  • Riconoscere il diritto degli assegnatari di abitare in quartieri vivibili e case dignitose. 
 
  • Anagrafe immobiliare a servizio delle imprese. Identificare, tra il patrimonio immobiliare di proprietà del comune, un insieme di edifici da conferire ad un istituendo fondo immobiliare che consenta alle imprese (soprattutto di nuovo impianto) di avviare attività in immobili presi in affitto.
 
  • Fondo di garanzia per 100 giovani coppie. costituzione di un fondo per garantire i mutui e riportare in città cento giovani coppie residenti fuori dai confini comunali.  
 
95) La sicurezza valore primario. 
 
  • trasporto pubblico notturno, comandi distaccati in tutte le periferie presenza di iniziative e associazioni nelle piazze e per le strade. 
 
96) Basta omicidi e lesioni sulle strade. 
 
  • campagna di comunicazione rivolta ai più giovani sulla sicurezza stradale unita all'informazione corretta sulle conseguenze dell'uso di sostanze e dalle previsioni di navette discobus. 
 
  • coinvolgimento dei gestori dei locali. 
 
97) Stati generali dello sport. 
 
  • Lo sport a Palermo è ricco di società, di progetti, di persone con grandi qualità; è un po' meno ricco di soldi e di strutture. Entro i primi cento giorni convocheremo gli stati generali dello sport palermitano per gruppi di simili discipline, analizzeremo i problemi ed intercetteremo i punti di forza, da qui partirà il piano che in sinergia con le persone e le società sportive abbatterà con ambizione gli ostacoli alla pratica sportiva in città e al tempo stesso valorizzerà l’operato delle migliaia di volontari appassionati e tenaci.
 
  • Istituiremo inoltre un riconoscimento annuale ufficiale che sarà conferito a tutti quegli atleti che nel corso dell’anno agonistico si saranno distinti in ambito nazionale/internazionale.
 
98) Lo sport per tutti. 
 
  • Coinvolgimento delle società sportive nella gestione degli impianti. Basta delegare ad altri la gestione degli impianti: le società sportive dovranno avere un ruolo chiave nell’individuazione delle priorità nelle operazioni di gestione e manutenzione.
 
  • Incoraggeremo la nascita di consorzi di società che potranno così stabilire insieme le regole: chiare e semplici per la corretta fruizione degli impianti.
 
  • Snelliremo la burocrazia ed incoraggeremo le società ad organizzare iniziative di promozione sportiva negli impianti, favoriremo anche la creazione dei canali con le scuole ed i quartieri istituzionalizzando tornei giovanili e amatoriali. 
 
  • Gli impianti torneranno a vivere sotto l’azione del mondo dell’associazionismo sportivo e si trasformeranno anche in luoghi di incontro e svago oltre che di sano agonismo. Realizzazione di un percorso di footing di circa un'ora tra le meraviglie della nostra città.
 
99) Tutti al lavoro. 
 
  • Le associazioni di volontariato, Le Parrocchie ed i Circoli didattici saranno coinvolti in iniziative culturali, ludiche, sociali, che favoriscano l’aggregazione ed il senso di cittadinanza dei Palermitani
 
  • Nessuna tassa sulle processioni religiose. 
 
100) Musica è. 
 
  • Valorizzare la musica come forma di comunicazione.
 
  • Censimento degli spazi chiusi ed in disuso, renderli liberi all’accesso dei musicisti per organizzare seminari, luoghi per esibizioni o semplici sale prove.
 
  • calendari estivi di concerti di artisti e gruppi locali emergenti.
 
  • Libereremo l’energia dell’associazionismo artistico attraverso lo snellimento della burocrazia per la creazione di tempietti della musica, sparsi sul territorio.
 
  • ogni anno riconoscimenti  per gli artisti che particolarmente si distinguono in ambito nazionale ed internazionale senza limiti né di generi né di età.
 
101) La nostra musica in mostra. 
 
  • Creazione di giornate interamente dedicate alla musica inedita emergente senza distinzione di generi nel quale le etichette discografiche e le associazioni Palermitane oltre che i musicisti indipendenti potranno confrontarsi conoscersi e promuovere i propri lavori in città al grande pubblico.
 
102) Riposare in pace, davvero. 
 
  • A Palermo è ormai urgente la realizzazione di un nuovo cimitero. 
 
103) Il migliore amico dell'uomo. 
 
  • L'uomo sia amico del cane. Sì a un canile a Palermo che non sia un lager, sì ad aree attrezzate per cani. ma il padrone del cane sia amico di tutti, partendo da bambini e disabili: multe severe per chi non pulisce gli escrementi, rispetto rigoroso degli spazi per bambini.
 
  • un canile sanitario efficiente per la sterilizzazione, la cura ed il monitoraggio sanitario delle popolazioni animali presenti in città, in particolare la comunità dei cani vaganti, anche attraverso il recupero in economia della struttura esistente.  
 
  • una rete di rifugi distribuiti sul territorio, divisi tra  temporanei e cronicari, con protocolli di gestione unici, realizzati in economia e affidati in gestione ad  Associazioni di Volontariato o a gruppi animalisti organizzati. 
 
  • Aree attrezzate per animali, Lotta al randagismo con l’obiettivo di diminuire sensibilmente nell’arco della sindacatura  la popolazione di animali vaganti liberi fino a debellare del tutto il fenomeno attraverso l’uso della sterilizzazione. 





Articoli recenti

19/07/2014 -  La Casa di Alice è un'altra cosa
24/05/2014 -  Riformare le istituzioni, cambiare la legge elettorale
12/05/2014 -  Dieci proposte per tagliare i costi della burocrazia e rendere più efficiente la PA in sicilia.
08/05/2014 -  Via equiparazione stipendi Ars con Senato
30/04/2014 -  FdI, Faraone (Pd): “Vergogna per sfruttamento drammi italiani e migranti”
25/04/2014 -  Limiti ai compensi dei dirigenti regionali
23/04/2014 -  Stragi: Faraone (Pd), storica decisione, da Governo atti concreti per trasparenza e verità
18/01/2014 -  Cronoprogramma SiciliaPiù
17/01/2014 -  L'unico rimpasto che ci auguriamo è quello delle idee
11/12/2013 -  [Video] Nuti oltre che bugiardo è un imbroglione
26/09/2013 -  Epifani ha evitato l'incontro con Crocetta
12/09/2013 -  Per smistare il traffico nel Pd vogliono un vigile urbano
04/09/2013 -  Dopo l’Imu l’urgenza è la legge elettorale
22/08/2013 -  Oggi ospite ad Omnibus, ecco il link al video della puntata
05/08/2013 -  Parlano delle regole del Congresso come diversivo per non parlare di Berlusconi. Le regole ci sono, basta fissare la data.
27/07/2013 -  Il segretario del Pd eletto solo dagli iscritti? Franceschini nel 2009 non la pensava così.
22/07/2013 -  Pd siciliano, la questione morale e i "Professionisti dell'antimafia 2.0"
21/07/2013 -  Pensano di usare il governo d'emergenza per rimuovere il bipolarismo
20/07/2013 -  Più è forte Renzi, più lo sono il Pd e Letta
17/07/2013 -  Prima ci chiedono la sospensione dei lavori della Camera contro la Cassazione, ora di ingoiare le bugie di Alfano.
13/07/2013 -  Politicamente scorretti
11/07/2013 -  Votare la sospensione dei lavori alla Camera è stato un errore del Pd.
10/07/2013 -  Mediaset: Faraone, chiederanno a Pd di manifestare in tribunale...
03/07/2013 -  È il PD, non il Truman show
02/07/2013 -  Scuola-Lavoro-Pensione. ScuolaLavoroPensione. Con e senza il trattino.
29/06/2013 -  Trapani: Visita al CIE degli onorevoli Davide Faraone (PD) e Erasmo Palazzotto (SEL)
28/06/2013 -  La pericolosa beffa del decreto su lavoro.
26/06/2013 -  Lavoro - Faraone (Pd): «Dopo il decreto non si abbassi la guardia sull'occupazione»
25/06/2013 -  Lavoro: Faraone(Pd), per la disoccupazione giovanile ci vuole coraggio, governo troppo timido col suo cacciavite
24/06/2013 -  Sicilia: Faraone (Pd), successo progetto renziano
18/06/2013 -  Palermo: Comune vuole classi speciali per i bambini autistici, assurdo!
18/06/2013 -  Ambiente, ecomafia: legislazione specifica ecoreati, lo Stato deve attuare politiche e strategie sistemiche
15/06/2013 -  Sarò al Pride e continuerò a lavorare contro le discriminazioni come fatto finora
14/06/2013 -  Ber & Ber e il dilemma della leadership
14/06/2013 -  Si trovi presto una sede per Almaviva
14/06/2013 -  La sede di Telespazio Scanzano non deve chiudere, Finmeccanica intervenga e rilanci un sito di altissimo valore
13/06/2013 -  Costa Concordia: Faraone (PD), Piombino non è porto adatto, portarla a Palermo
12/06/2013 -  Unioni civili, Faraone (Pd) e Scalfarotto (Pd):"Da Palermo segnali sbagliati, il Pd sia chiaro sul riconoscimento dei diritti"."
11/06/2013 -  Governo si impegni a rilanciare AnsaldoBreda a Palermo
11/06/2013 -  Mafia: oggi passato importante emendamento
08/06/2013 -  Com’è lento questo Pd, mi ricorda Andrade
07/06/2013 -  Ancora cantieri scuola? Così si rispolvera l'assistenzialismo e non si guarda al futuro, con quella cifra possiamo finanziare duemila nuove imperse
05/06/2013 -  [Video] Formare subito commissione antimafia. Non ci sono giustificazioni o equilibri da preservare che tengano
31/05/2013 -  Inaugurazione Big Bang Caltagirone con la Senatrice Di Giorgi
29/05/2013 -  545 favorevoli su 545: la Camera ratifica all'unanimità la Convenzione di Istanbul
23/05/2013 -  Lavoro: affrontare emergenza disoccupazione con risorse adeguate
14/05/2013 -  Lavoro: Pd, salvaguardare fondi per la formazione
08/05/2013 -  No all'accanimento terapeutico, basta produzione auto a Termini Imerese, si investa sul turismo
04/05/2013 -  Il segretario del Pd va eletto guardando ai cittadini e non ai capi partito
02/05/2013 -  Assemblea Pd e congresso, si prepara la "normalizzazione"?
01/05/2013 -  PRIMO MAGGIO FESTA DEL LAVORO
26/04/2013 -  Costa Concordia: "Nessun finanziamento inutile e nessuna illecita rottamazione all'estero"
24/04/2013 -  "Crocetta candidato segretario Pd? Caro Rosario, governa e smettila di distrarti”
24/04/2013 -  Formazione: "L'unico cambiamento sarà il contratto dei dipendenti, da formatori ad Lsu"
17/04/2013 -  Bilancio regionale: Crocetta, dov'è la rivoluzione?
16/04/2013 -  Anche sui manager della sanità Crocetta applica il "modello Sicilia" e fa il grillino
12/04/2013 -  Associazione Big Bang inaugura il primo circolo di Caltanissetta
10/04/2013 -  Bene Ingroia, ma chi si occupa di risanare Riscossione Sicilia e rilanciarla?
09/04/2013 -  "Per le nomine Crocetta non faccia come Lombardo"
06/04/2013 -  “Crocetta? Solo un ottimo deputato d'opposizione."
04/04/2013 -  "Preoccupante che tanti dirigenti del Partito democratico si sentano rassicurati più da Berlusconi che da Renzi"
04/04/2013 -  Il Pd siciliano "delombardizzi" Crocetta e imponga l'agenda
04/04/2013 -  Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia
02/04/2013 -  Non si può restare così indifferenti nei confronti dei soggetti autistici e delle loro famiglie
30/03/2013 -  Comunali: "Per selezionare i sindaci delle città della Sicilia, preferiamo le primarie"
29/03/2013 -  “L'assessore Luca Bianchi non utilizzi toni trionfalistici, niente elemosine per la Sicilia"
28/03/2013 -  Crocetta azzeri la giunta attuale e crei un nuovo governo.
27/03/2013 -  Non mi piacciono le "larghe intese di basso profilo"
27/03/2013 -  "Se Bersani fallisce, nuove primarie"
23/03/2013 -  Costa Concordia: "Il porto di Palermo sarebbe il sito più adatto per lo smaltimento del relitto"
11/03/2013 -  No primarie a Catania: "Alcuni notabili del Pd non perdono il vizio"
13/02/2013 -  La mia giornata: fra Trapani ed Erice per ricordare Giuseppe Burgarella
01/02/2013 -  Emergenza Eas: " Crocetta sostenga Dario Bonanno"
01/02/2013 -  "E' sbagliato far votare per le provincie, così si tiene in piedi un costosissimo "mammut" istituzionale"
24/12/2012 -  Chi vota a capodanno decide tutto l'anno
11/12/2012 -  Adesso? Andiamo avanti!
01/12/2012 -  "Le primarie devono essere una bella festa democratica e non saremo noi a rovinarla"
30/11/2012 -  “Possiamo vincere, faremo di tutto per portare alla vittoria Matteo Renzi anche qui in Sicilia”
26/11/2012 -  Primarie, "In Sicilia, per Matteo Renzi, un risultato straordinario"
22/11/2012 -  Primarie 25 novembre: trova il tuo gazebo
15/11/2012 -  "Discontinuità, adesso! Anche il Pd rinunci ai fondi pubblici"
13/11/2012 -  Nasce il coordinamento regionale per Matteo Renzi in Sicilia
09/11/2012 -  [Video] Il tour di Matteo Renzi in Sicilia
05/11/2012 -  Matteo Renzi a Palermo
05/11/2012 -  Con Matteo a Cinisi
20/10/2012 -  E IL CAMPER VA….CONTROCORRENTE
14/10/2012 -  Tocca a noi #adessopiuchemai
13/10/2012 -  Sicilia e-Servizi: "Continuano le pagliacciate di Lombardo"
11/10/2012 -  A Marsala nasce il primo comitato per Matteo Renzi
10/10/2012 -  Incontriamoci al Convento
07/10/2012 -  Adesso più che mai! A Belmonte Mezzagno
02/10/2012 -  "Le Madonie bruciano ed io non rimarrò a guardare"
29/09/2012 -  Non mi pento delle accuse contro la gestione di Pedicone. Rifarei ogni cosa
22/09/2012 -  Trovare legittimazione e consenso tra i cittadini
19/09/2012 -  Segui su twitter gli spostamenti in camper
15/09/2012 -  [Video] Adesso più che mai
11/09/2012 -  Festa di apertura della campagna elettorale
09/09/2012 -  Guardare al bene della Sicilia e non agli interessi dei notabili di partito.
07/09/2012 -  Le primarie si vincono proponendo ricette vincenti
02/09/2012 -  Piove per un giorno e la città va in tilt
01/09/2012 -  E la bomba scoppiò: Gesip.
31/08/2012 -  Dare un futuro agli adulti di domani!
31/08/2012 -  Intervista rilasciata a Radio Time
30/08/2012 -  Il nostro tempo é adesso!
29/08/2012 -  [Video] In ricordo di Libero Grassi
25/08/2012 -  Leggo di polemiche su e giù per l'Italia, su chi é invitato e chi no, a partecipare alle Feste Democratiche.
23/08/2012 -  In Sicilia si discute di sesso mentre la barca affonda
22/08/2012 -  Domenica si vota, Davide Faraone, adesso più che mai!
10/07/2012 -  Direzione regionale Pd, Faraone: "Il Gruppo dirigente del PD pensa solo a se stesso"
05/07/2012 -  Adesso Basta! Bisogna azzerare i vertici del PD Siciliano!
26/06/2012 -  Big Bang Amministratori - Firenze 2012
10/06/2012 -  Intervista Live Sicilia, "Lombardo resterà e vi spiego perché"
01/06/2012 -  Lombardo deve andare subito a casa!
28/05/2012 -  Lombardo vuole concludere la legislatura e rimangiarsi le dimissioni
25/05/2012 -  Verso l'assemblea del PD, "Resa dei conti?"
24/05/2012 -  Commissariamenti romani del partito siciliano?
22/05/2012 -  Davide Faraone: " Urge Ricambio, i dirigenti che hanno fallito dovrebbero dimettersi"
17/05/2012 -  Lusi accusa Renzi
09/03/2012 -  Primarie Palermo: contro di me disegno politico di menti raffinate per screditarmi già prima del 4 marzo.
08/03/2012 -  ADESSO TUTELO IL MIO ONORE E QUELLO DEGLI 8000 PALERMITANI CHE MI HANNO DATO FIDUCIA
05/03/2012 -  La replica al servizio di Striscia
04/03/2012 -  Il giorno della scelta. A Palermo oggi si vota
03/03/2012 -  Rifacciamo Vucciria Stasera si fa il bis, con un'altra grande festa a cielo aperto
01/03/2012 -  "Facciamo Vuccirìa con Davide contro Golia”, grande festa conclusiva della campagna per le Primarie di Davide Faraone
29/02/2012 -  Sicurezza stradale. I centri d'ascolto per la prevenzione avranno la priorità Un incontro oggi su un tema fondamentale per la città
29/02/2012 -  Basta trucchi Mai più confronti con controfigure Lupo e Cracolici si dimettano
27/02/2012 -  All’incontro con Bersani non ci sarò Questo non è il mio Pd Se vinco io, a Palermo cambia tutto
27/02/2012 -  Oggi, su La Stampa, un'intervista a piena pagina a Giorgio Gori. Si parla anche di Palermo
26/02/2012 -  Attraversando Palermo in bicicletta...
25/02/2012 -  "Massacrerò la vecchia politica". Un articolo a piena pagina su la Repubblica
25/02/2012 -  Prelios Credit Servicing, lavoratori in mobilità. Il mondo del lavoro sempre più in difficoltà
24/02/2012 -  Verso le Primarie, un weekend insieme. Tra gazebo informativi e passeggiate in bici
23/02/2012 -  Un incontro pubblico con gli altri candidati. Idee, programmi, visioni a confronto
23/02/2012 -  Il Polimbulatorio Palermo Centro ha un nuovo commissario per le invalidità civili. Peccato che è già morto…
10/10/2012 -  [Video] Verso il 28 ottobre
09/10/2012 -  [Video] Palazzetto dello sport: uno scandalo annunciato
26/06/2012 -  [Video] Big Bang Amministratori - Firenze 2012
02/03/2012 -  Primarie del 4 Marzo
29/02/2012 -  [Video] Davide Faraone - "Prima Palermo, Teatro Golden - Parte I
29/02/2012 -  [Video] Davide Faraone - "Prima Palermo", Teatro Golden - parte II
24/02/2012 -  [Video] L'Imbuto. Intervista con Teresa Campagna
23/02/2012 -  [Video] "Face to Face" Davide Faraone / Francesco Panasci
23/02/2012 -  VUOI LA BICICLETTA? PEDALA!
22/02/2012 -  Le mani dei partiti sulle Primarie. Dopo i soldi da Roma, schedatura “leghista” per gli immigrati
21/02/2012 -  Una manifestazione accanto ai Tamil. E un nuovo “no” al tentativo di sbarrare i gazebo agli immigrati
20/02/2012 -  Il comitato organizzativo delle Primarie come un Soviet Supremo. Arriva la norma a sfavore degli immigrati
20/02/2012 -  [Video] Tgs Studio Stadio
20/02/2012 -  Dopo la partita con Matteo, una splendida serata "rosanero"...
19/02/2012 -  Il calcio? Come la politica. Quel che conta è il gioco di squadra. In campo con Matteo Renzi…
18/02/2012 -  "Prima Palermo". Un trionfo al Teatro Golden, una grande festa per la città
18/02/2012 -  La querelle Faraone-Borsellino sulla stampa nazionale. E intanto Bersani tace. Sull’Unità ne parla anche Matteo Renzi...
18/02/2012 -  Prima Palermo Segui la diretta Streaming
17/02/2012 -  Work in progess al Teatro Golden. Manca pochissimo al grande talk-show
17/02/2012 -  Un palco, come una piazza. "Prima Palermo" con Matteo Renzi, al Teatro Golden
17/02/2012 -  Faraone On Air. Mattinata calda su Radio Time, un dialogo aperto con i cittadini...
16/02/2012 -  L'e-mail incriminata. IL PD da Roma prende accordi con società palermitane, per finanziare la campagna della Borsellino...
16/02/2012 -  Tutto vero. Il PD finanzia Rita Borsellino. Ho le prove e ve le mostro...
16/02/2012 -  [Video] PacmanDavide
15/02/2012 -  Scandaloso e scorretto che mio partito da Roma finanzi campagna della Borsellino
14/02/2012 -  Primarie Palermo, i nonni ritorneranno ad essere una ricchezza per Palermo . Orti urbani, centri aggregativi e benefici per i trasporti. Per i non autosufficienti più case famiglia e più assistenza domiciliare
13/02/2012 -  [Video] Una giornata con Davide
13/02/2012 -  [Video] Tra la mia gente
13/02/2012 -  [Video] La mia avventura continua
13/02/2012 -  Un parco giochi per i bambini a non più di 400 metri da casa
12/02/2012 -  Sabato 18 febbraio, ore 15: Prima Palermo con Matteo Renzi. Vi aspetto al Teatro Golden. Diamo voce alla nostra città!
11/02/2012 -  Hotel Athenaeum: sala gremita di gente. Grazie...la corsa verso le primarie di Palermo continua!
11/02/2012 -  Primarie Palermo: oggi il "meeting house". Riservare "pass rosa" gratuiti per donne in gravidanza o con bimbi in passeggino
11/02/2012 -  La mia intervista su Live Sicilia
10/02/2012 -  Primarie Palermo, la libertà prima di tutto. La competenza venga prima dell'appartenenza
09/02/2012 -  Domani vi aspetto all'Athenaeum
09/02/2012 -  Primarie Palermo, continua la mia corsa. Oggi all'Università: apriamo un dialogo vero con le nuove generazioni
09/02/2012 -  Vi aspetto all'Athenaeum
08/02/2012 -  Crolla un'altra palazzina. Tragedia scampata: restituiamo valore e sicurezza al centro storico
08/02/2012 -  La mia intervista sulle Primarie di Palermo a Radio Action
08/02/2012 -  Primarie Palermo, l'articolo sul Gds di oggi
07/02/2012 -  Basta faide di partito, a me interessano i problemi della città
07/02/2012 -  Primarie Palermo a suon di rock!
06/02/2012 -  Un'altra giornata di incontri...
06/02/2012 -  Più spazi per gli anziani
05/02/2012 -  In giro per la città
05/02/2012 -  Liberiamo il consenso dal ricatto
04/02/2012 -  Il dialogo, chiave del cambiamento
04/02/2012 -  Carpe diem...
04/02/2012 -  Prima Palermo - Teatro Crystal
04/02/2012 -  Ed oggi...si continua a lavorare
04/02/2012 -  Grande serata ieri al Teatro Crystal
03/02/2012 -  Stasera "Prima Palermo - Il meglio deve ancora venire" al Teatro Crystal
02/02/2012 -  4 marzo, Prima Palermo
02/02/2012 -  Work in progress...
01/02/2012 -  La mia avventura continua
01/02/2012 -  "Prima Palermo" al Teatro Crystal
30/01/2012 -  Facciamo le Primarie e uniamo il centrosinistra
29/01/2012 -  Tra la mia gente
27/01/2012 -  Il centrosinistra? Deve avere il coraggio di rimanere unito
27/01/2012 -  Domenica 29 gennaio, ore 9,30. Vi aspetto!
26/01/2012 -  Uniti contro i nuovi gattopardi.
25/01/2012 -  Prima Palermo, il meglio deve ancora venire
24/01/2012 -  Il mio viaggio continua
23/01/2012 -  C&C, Coraggio e Coerenza
21/01/2012 -  A fianco dei lavoratori
18/01/2012 -  Lavori in corso...
16/01/2012 -  Con le dimissioni di Cammarata il centrosinistra non ha più alibi
15/01/2012 -  Più di trecento persone al Palab Grazie a Tutti
14/01/2012 -  PALAB STASERA 14.01.12 > PUSH.OW speciale VOTANTONIO con Davide FARAONE
13/01/2012 -  Obiettivo Primarie: Festaggiamenti al comitato
13/01/2012 -  Primarie a Palermo: Faraone (Pd), uno a zero e palla al centro.
11/01/2012 -  Con gli operai di Fincantieri
07/01/2012 -  Buon compleanno Radio 100 passi
06/01/2012 -  La rinascita di Piazza San Lorenzo
20/12/2011 -  WikiPalermo
14/12/2011 -  100 idee per una città possibile. Ecco WikiPalermo
07/12/2011 -  Faraone: Una bella giornata, ora rottiamiamo i privilegi della legge 104 che offende i giovani
25/11/2011 -  Gesip: non si salva con le bare o con promesse elettorali il lavoro
25/11/2011 -  Comune di Palermo e questione morale: occorre una rivoluzione
24/11/2011 -  Bersani e Di Pietro sono il passato. Io guardo al futuro delle nuove generazioni
22/11/2011 -  Tra poco a Palermo...Big Bang!
16/11/2011 -  Primarie del Pd e la Borsellino scelga con chi stare
14/11/2011 -  Tra la Borsellino e Lombardo può nascere una bella storia...
11/11/2011 -  Lupo permetterà una mia esplusione dalle primarie?
09/11/2011 -  Con Orlando é strada che non spunta
08/11/2011 -  Con questi dirigenti non vinceremo mai!
04/11/2011 -  Le Primarie non siano un cantiere per ricostruire il muro di Berlino
04/11/2011 -  Palermo nel 2012 Capitale Europea dell'Innovazione
02/11/2011 -  Nel 2012 auto gratis per i turisti che sbarcano a Palermo!
01/11/2011 -  Big Bang - Leopolda 2011: Backstage
29/10/2011 -  Il mio intervento al Big Bang 2011 alla Stazione Leopolda
28/10/2011 -  Big Bang: diretta streaming sulla mia pagina facebook
27/10/2011 -  Matteo Renzi, con Davide Faraone, presenta il "Big Bang" !
25/10/2011 -  Un nuovo stadio per "Il Palermo Calcio" e il "Barbera" diventi arena per concerti ed altri sport
24/10/2011 -  Nel 2012 "Pass e Zone Rosa" per donne incinte e con bimbi piccoli
22/10/2011 -  Palermo ha bisogno di imprese che fanno utili invece è piena di norme inutili
21/10/2011 -  "Basta al decentramento-collocamento. Il mio programma per Palermo: una città al servizio dei cittadini e non dei politici"
20/10/2011 -  La prima cosa bella di Palermo sono i palermitani!
18/10/2011 -  "La prima cosa bella" oggi al mercatino di viale Francia, domani a quello di viale Campania
14/10/2011 -  Parte il tour di Davide Faraone, ditemi "La prima cosa bella" che fareste da sindaco e sarà il mio programma dei primi 100 giorni.
13/10/2011 -  Il 28, 29 e 30 Ottobre tutti a Firenze!
12/10/2011 -  Big Bang Palermo
05/10/2011 -  Ragazzi mica siam qui a tradurre Bersani
03/10/2011 -  Il mio appello al centrosinistra palermitano, “Ora unità”
28/09/2011 -  L'amministrazione Cammarata non ha a cuore i bambini di Palermo
27/09/2011 -  “Niente festa democratica di Palermo? Meno male che lo Strappo c’è!”
23/09/2011 -  Tra 234 giorni le elezioni: con chi dovrò confrontarmi?
22/09/2011 -  I loghi dei social network al posto dei simboli dei partiti
21/09/2011 -  "Cosa farò da Sindaco"
17/09/2011 -  L'affannosa ricerca del candidato...
14/09/2011 -  Lupo vuole applicare il “porcellum” in Sicilia
07/09/2011 -  Mi vogliono licenziare dal Pd con l’articolo 18
02/09/2011 -  Il nuovo sindaco di Palermo del 2012 non può essere una mummia
31/08/2011 -  Si chiude una porta, si apre un portone. Addio Sala delle Lapidi, destinazione Villa Niscemi
05/07/2011 -  Anche a Palermo arriverà il vento del cambiamento
28/04/2011 -  Sulla Gesip, Cammarata tira a campare
09/03/2011 -  Dopo Blitz di Davide Faraone apre la biblioteca del Capo!
09/03/2011 -  Riprendiamoci i Cantieri Culturali alla Zisa!
03/02/2011 -  Lettera a Cammarata: dimissioni o un patto bipartisan
01/02/2011 -  Ho scritto a Chi l’ha visto? cercando Cammarata…
15/01/2011 -  Non sono Superman, voglio solo cambiare Palermo
04/01/2011 -  Noi alle primarie ci teniamo ancora
18/12/2010 -  Lo Zen può vincere

 


geoblog, la citta' di domani

WikiPalermo - 100 idee per Palermo

Ecco le mie 100 idee per Palermo. Una piattaforma programmatica aperta e modificabile dai cittadini.